IL QUADRATO MAGICO SATOR-AREPO, E SU STORIA COME UN SEGNO PALEO-CHRISTIANO, ESAMINATO SECONDO IL METODO DI ANALIZZARE LE CIFRE.

Ritorno alla pagina di casa HOME.

Dal principio, bisogna clarificare due cose. La prima: L'ultima volta che l'ho veduta io la bella paese d'Italia fù nell'anno 1953, e quindi è certo che questo saggio qui serà riempiuto cogli sbagli grammatici. La seconda: siccome ci ne sono molti d'imagini del quadrato magico SATOR-AREPO che si può trovare rappresentate sull' "internet," non vale la pena di ponerne un altro qui; quindi la stessa ragione si applica alla forma encrociata della frase (alpha) PATER NOSTER (omega), la quale non l'ho mostrata qui neanche. Si trova questa forma inseime con qualche artifatti medioevale, congiunta col quadrato magico, come spiegarò subito. Però, toccando QUESTO, si può vedere il mio esempio, gia posto in un oltro documento (in inglese).

L'OPINIONE ACADEMICA DELL'ORIGINE DEL QUADRATO MAGICO SATOR-AREPO

Come fonte di informazione dello stato dell'opinione academica al fin che si arriva all'anno 1951, bisogna leggere l'articolo che si trova nel Journal of Ecclesiastical History, scritto di Donald Atkinson ("The Origin and Date of the Sator Word Square," Vol. II, No 2, July-October 1951). Qui si legge che l'associazione, che era stata creduta di esistere fra il quadrato ed il PATER NOSTER di forma encrociata, si traccia a vari artifatti medioevali e folkloristici, trovati fra l'Etiòpia al Provençal. Si legge ancora che, primo dell'anno 1937, l'opinione academica era che le due segne congiunte in questi artifatti indicavano un'origine paleo-Christiana per il quadrato magico, benchè l'esempio ancora conosciuto, che era stato considerato come il più vecchio fra gli esempi ancora trovati, era ne uno iscritto sopra qualche muro romano, trovato in Inghilterra presso ad un luogo che si chiama Cirencester. Questo quadrato qui è stato considerato come un'iscrizione dal secolo IIndo dopo Christo; questo si legge nel Carcopino (Carcopino, Jérôme "Études d'Histoire Chrétienne /le Christianisme Secret du "Carre Magique," Éditions Albin Michel, Paris 196?; veda alla pagina 28).

TUTTO RIDOTTO IN PEZZI AD UN TRATTO

Nel anno 1937, le notizie che il quadrato era stato scoperto sulle rovine di Pompeii, come due graffiti sui muri, han messo in dubbio il status quo ante. Certi academici non hanno voluto accettere l'antichità delle varie indicazioni caratteristiche dell'iconografia christiana, che oltri l'aveva credute di averne trovate dentro il quadrato, perche qui che si trova, nascosto, il paternostro encrociato, insieme colle lettere grece "alpha" ed "omega." Insomma, tutte queste indicazioni sarebbero la croce "tau," (contenuta nella parola "tenet"); una liturgia tradotta in latino così presto dopo il morire del Gesù; un'organizzazione christiana sul suolo romano primo dell'anno 79 d.C.; l' "alpha" e l' "omega" ("Io sono l'alpha e l'omega," ha detto il Gesù); l'uso della croce come simbolo christiano, ed il seminatore (sator) (veda sulla scrittura sacra il Matteo 13:18 ed il Marco 4:14 "El seminatore semina la parola, ecc."). Tutto questo si era stato implicato dagli scoperti di Pompeii.

Gl'anni passavano, e vari scienziati litigavano sui punti vari; spiegazioni erano state avanzate---che schiavi christiani od ebrei hanno fatti i graffiti, i quali essendo stati messi dai romani a scavare fra le rovine, cercando ogetti di valore. Nessuno l'ha voluta abbandonare l'imagine dei christiani antichi adoperando questo quadrato come segno segreto e di riconosciento. E di più, che il nome Arepo era ne uno di un dio di qualche colto religioso orientale. Alcuni dicevono che le "ruote" (rotas) erano queste dell'Ezekiel, secondo la biblia santa. Inchiostro scorreva senza di arrivare a nessun concluso definitivo che l'ho potuto trovare io.

Oltre a ciò, il scolaro Carcopino, scrivendo nella francese, si dichiarava di aver trovato una parola gallica "arapennis," fra le opere di Plinio il Maggiore, il quale essendo stato ucciso proprio dalla eruzione del Vesuvio che l'ha rovinato al Pompeii (op. cit. pagina 34). Così egli ha cercato di spiegare la parola "Arepo;" questa, disse lui, aveva voluto dire una specie d'aratro che ce l'ha avuto delle ruote attaccate. Qui si trova l'origine di questa attribuazione che si trova oggi sull' "internet." Contrariamente, il scienziato G. de Jerphanon manteneva che questo nome era sola la parola "opera" scritto all'indietro, e non di più. Certo che la parola "arapennis," e la sua significazione, ha dovuto essere poco conosciuta fra la "plebs" romana di antichità. Carcopino si può leggere oggi, trovando su libro, se si può ancora trovarlo.

UN GRAN SBAGLIO

Tutti i questi academici han considerato la congiunzione del quadrato magico, ed il (alpha)PATER NOSTER(omega) encrociato, come due frase scritto dallo stesso autore, pensando che la probabilità matematica di trovare venticinque lettere identiche in due frasi dispare, soltanto di sorte, di essere verso ad un'impossibilità di farne. Certo che le due frasi tengono gli stesse lettere, lo stesso numero di volte.

Al contrario, è ben possibile che la frase encrociata (alpha)PATER NOSTER(omega) era stata tirata fuori dal quadrato ad ogni punto qualunche, dopo l'anno 79 d.C., secondo il metodo anagrammatico, lo dico io.

Bisogna considerare questo: il nome Ronald Wilson Reagan si può ricostruire, usando le stesse lettere; e poi, facendo a fare questo, si può arrivare alla frase, "Insane Anglo warlord!" ("Anglo-capo di guerra pazzo"). Certo che i suoi genitori non hanno pensato di darglielo questo nome al presidente futuro degli S.U. di A., pensando allo stesso tempo di nascondere questa frase dentro.

È una questione che si trova in una communicazione che si riguardasse come ne una che potrebbe contenere un messaggio in cifra: È la frase, che si pensa di aver tirato fuori dalla communicazione, la quale che si crede che potesse contenere qualche messaggio nascosto; è questa frase il vero messaggio, o no? C'è un messaggio qualsiasi nascosto, o no? Abbiamo trovato noi il vero messaggio nascosto, o ne abbiamo trovato uno che non era stato posto dal principio dallo scrittore? Da colui che l'ha mandato il messaggio da prima? È una questione che non ha nessuna risposta certa; bisogna considerare gl'alternativi a giudicarlo bene. È sempre una cosa di probabilità, non di certezza.

FINALMENTE, COSE DEFINITIVE ARRIVANO, CREDO

Ecco, siamo arrivati ad un punto nel quale è possibile di stabilire qualche cose: O questo quadrato magico era semplicemente un gioco romano di lettere "palindromizzate," che non conteneva nessuna frase nascosta quando era stata costruita…

O, l'ha scritte lo stesso autore tutte le due frase, prendendo le lettere dalla preghiera PATER NOSTER (coll'alphe e coll'omeghe aggiunte), benche soltanto una cinquantina d'anni ebbero passati dopo la crocifissione del Gesù.

Coloro che credono che non c'è nessuna relazione fra il quadrato ed il paternoster di forma encrociata bisognano spiegare questo: Se il quadrato fosse semplicemente un gioco di lettere, come mai che non ci ne sono altri esempi di questo quadrato magico di lettere, trovati nelle rovine dell'impero romano? È questo SATOR AREPO l'unico esempio che ci sia possibile di costruirne? Andiamo ad esaminare questa proposizione.

Lavorando tre o quattro ore, ho potuto farne questi quattro esempi dei quadrati magici.

Illus. 1-a, b, c, d

SITAS  SATUM  SERET  METAR
IREPA  AREBU  EDONE  EAERA
TENET  TENET  ROTOR  TERET
APERI  UBERA  ENODE  AREAE
SATIS  MUTAS  TERES  RATEM

SITAS, IREPA, TENET, APERI, SATIS. ("Irepa mantiene le donne di posizione di essere state ben legate." Adoperando "areri" ed "Irera," "...ben seccate.") (Illus. 1-a.)

SATUM, AREBU, TENET, UBERA, MUTAS. ("Arebu ce l'ha la sua razza procreata da lui, le mute, e le loro poppe." (Illus. 1-b.)

SERET, EDONE, ROTOR, ENODE, TERES. ("Ella intreccia, Lei tritura; son girato io, uomo della Tracia, dall'argomento suo senza node." (Illus. 1-c.)

METAR, EA ERA, TERET, AREAE, RATEM. ("Misurarò la zatta io; ella, padrona della arena, triturà.") (Illus. 1-d.)

Mi l'ho dato il permesso proprio a me di porre un nome solo ad ogni quadrato qualcuno, che non è niente di più che una parola scritta all'indietro, come l' "Arepo" (veda al Jerphanion, super); e va bene che questo non è il latino di un Cicero o di un Orazio. Basta che i quadrati miei facessero senso; che fossero intelligibile, a provare il mio punto: che non è una cosa insuperabile di costruirle.

E poi, se qualcun professore di latino mi dicesse di aver sbagliato, parlando delle regole grammatiche che l'avessi avuto contravento io nel'uno o nel'altro di questi quadrati magici miei, se ce ne uno soltanto di questi che sopravvivesse un assalto academico, è proprio uno di più che n'ha sopravvissuti attraverso i secoli che han passato dopo il periodo romano del nostro quadrato SATOR AREPO. Qui c'è un argomento per la posizione che mantenesse un'origine christiana per il nostro quadrato SATOR AREPO, e che ne manda un autore solo per le due forme; queste, ed il paternoster encrociato.

Ma non basta. Coloro che ritengono la posizione di origine christiana del quadrato bisogna spiegare questo: Come mai l'ha potuto fare un autore, lavorando primo dell'anno 79 d.C., e prendendo una frase dalle scritture sacre recentemente tradotte, cioè il paternostro in latino; come mai l'ha fatto a fare, cercando una frase che servisse, quando l'ho trovato io che è assai dificile di trovarne sola una, nelle ricerche miei? Cioè, cercandone una nella biblia sacra, o ne una trovata in un posto qualsiasi? È quasi certo che il Carcopino ed il Jerphanion non l'han fato il lavoro di cercarne una frase che si serve, perche si trova subito che è assai dificile di farla. Bisogna che ci sono esattamente un numero preciso di vocale in confronto al numero dei cosonanti. Sbagliando questo, si confrontarebbe combinazione impossibile di superare, se si vuol farne un quadrato adoperando queste lettere.

Lavorando dal senso contrario, cioè tirando una frase dal quadrato che l'ha formato ancora; la quale che dopo si serve al uso di tirare fuori una frase di tredici lettere che si può porre in una forma encrociata, come l'habbiamo ancora veduto col nostro (alpha)PATER NOSTER(omega), è molto più facile, lo dico io dalla sperienza di averlo fato, questo lavoro. Ecco: Carcopino e de Jerphanion hanno parlato la parlata. Io ho passeggiato il passeggiare.

Illus. 2-a, b

D
O
N
O
R
E
D O N O R E T R E T E E S
R
E
T
E
E
S
M
E
R
E
A
T
M E R E A T R E T E A R A
E
T
E
A
R
A

Si tira dal SERET-EDONE &c.Si tira dal METAR EA ERA &c.

(Illus. 2-a.) DONOR ET RETE ES="Son stato dedicato; tu sei la rete." E poi,

(Illus. 2-b) MEREAT RETE ARA="Che ricompense l'altare per medio della rete."

Poi, c'è ancora un'altra difficoltà che i partigiano dell'origine christiana devono spiegare. È proprio questo: Perchè non ci sono degl'esempi di nostro quadrato scritti sulle mure dei catacombi, si esso fuè un simbolo di riconoscere fra i christiani antichi?

Chi lo sa; dopo un paio di millenari, qualche professori potessero essere capaci di fare un gran scoperto ed una gran figura academica, scrivendo di un colto christiano nascosto in California del periodo 2004 d.C. Una California così riempiuta di anti-Christi ed ebrei chi seguirono al iddio Baal. Evidenza? Riguarde al Matteo 4:19, dove dice il Gesù, "Seguiteme, e vi farò pescatori degli uomini." (Donor, et rete es; mereat rete ara.")

Tirandoci alla memoria, la tema che mi ha costretto a versare tutto questo inchiostro, se si potrebbe dire questo, confrontato dalla età elettronica, credo che non sia possibile di arrivare ad una decisione definitiva, prendendo l'una posizione o l'altra, dopo di esaminare l'evidenza e di fare gl'esercizi che l'ho fato io. Spero di aver clarificato l'acque nel processo, e spero che non l'ho mutilata la bellissima lingua italiana, scrivendola a fare questo compito mio. Nell'articolo sotto il titolo in inglese, "Creating Palindromic Magic Squares," l'ho proposto uno metodo di costruire questi quadrati in una lingua qualunque, col proviso che ci ne sono poche che si servono. L'italiano e lo spagnolo dovrebbero essere fatto appunto a fare questo lavoro, perche qui ci ne sono molte di parole in cui si trova le vocale ed i cosonanti in alternazione. Veda spezialmente al paragrafo ultimo di quell'articolo mio.

W. Bentley, P.O. Box 575, Occidental CA 95465, od al wilderbentley@yahoo.com[;]
Lo stesso in inglese, ma più ampio: SATOR-AREPO;
Torne indietro a "Pagina di casa";
Da capo.